DERMATOLOGIA

post 02La Dermatologia clinica Comprende la diagnosi e il trattamento di patologie che riguardano la cute, gli annessi (ovvero peli, capelli e unghie) e tutte le malattie cutanee a trasmissione sessuale.


La visita dermatologica non è invasiva e la cute può dare molte indicazioni sullo stato di salute dell'organismo. Il dermatologo può aiutare ad avere un rapporto attento ed armonioso con il proprio corpo, che non è un "confine" , ma il centro di noi stessi. La prima tappa della visita dermatologica è definita anàmnesi e consiste nella raccolta da parte del medico di tutte le informazioni inerenti la patologia (es: epoca di comparsa, evoluzione delle manifestazioni cliniche, sintomatologia). Spesso una buona anamnesi vale già mezza diagnosi.
La seconda tappa è detta esame obiettivo e consiste nella visita vera e propria (ispezione, etc). Questa fase è molto delicata ed è determinante ai fini della diagnosi. Nessun consulto telematico può sostituire tale fase della visita specialistica.
La terza e ultima tappa della visita consiste nella formulazione della diagnosi e nell'eventuale programmazione del percorso terapeutico.

Le malattie dermatologiche

La pelle è l’organo con la superficie più estesa. Ha funzione protettiva, sensoriale, secretoria, termoregolatrice, di assorbimento, di permeabilità ed estetica.

L’igiene della pelle e la sua cura nei confronti di cause potenzialmente lesive (raggi solari, agenti contaminanti, detergenti ecc.) rappresentano elementi essenziali di prevenzione.

Tuttavia la pelle risente anche delle abitudini alimentari, voluttuarie, lavorative e dell’assunzione di farmaci. Inoltre molte malattie di tipo internistico presentano manifestazioni cutanee.


Le malattie della pelle sono tra le più evidenti in quanto visibili all'occhio, ce ne sono tante e di vario genere e le principali sono suddivise in:

- malattie papulo-squamose (es: dermatite seborroica, psoriasi, orticaria)
- infezioni da batteri e virus ( es: acne, candidosi, verruche)
- infestazione da parassiti (es: pediculosi, scabbia)
- malattie vescicolo-bollose (es: eritema multiforme)
- alterazioni della pigmentazione (es: vitiligine)
- tumori benigni (es: angiomi, nevi)
- tumori maligni (es: melanoma)