SALUTE & BENESSERE

post 04La regione frontale, ovvero il terzo superiore del viso, è una zona di grande impatto visivo. Nell'espressione complessiva dl volto, se la fronte è liscia e distesa è in grado di comunicare serenità oppure tensione, quando invece è corrucciata, solcata dalle rughe orizzontali, dettate dall'ansia.

Inoltre questa superficie più o meno convessa, riflettendo la luce, contribuisce ad esprimere intelligenza.

L'estetica di questa zona del viso necessita del rispetto delle proporzioni e delle distanze tra gli elementi che la compongono: l'attaccatura dei capelli, la fronte propriamente detta, le sopraciglia, le ciglia e gli occhi concorrono in egual misura a dare simmetria e bellezza.

Ripristinare e conservare le giusta proporzioni contribuisce ad una maggiore espressività, invece una continua situazione di contrazione muscolare, anche a riposo, determina una espressione perennemente preoccupata e risentita.
Il taglio a frangia dei capelli è spesso utilizzato per occultare le rughe della fronte ma, se la si vuole evitare, è possibile eliminare questo problema estetico atraverso l'utilizzo della tossina botulinica (approvata nel 2005 dal ministero della salute).
In un unica seduta si utilizzano 50 unità internazionali di Tossina di tipo A, come da foglietto informativo e come tutti i protocolli internazionali codificano.

Si eliminano le rughe della gabella, le sopracciglia ritrovano la loro giusta posizione a livello dell'osso frontale. Attraverso questo preparato è infatti possibile restituire ai muscoli della fronte la corretta posizione con un effetto lifting gradevole e naturale. Negli uomini la linea frontale dei capelli subisce un arretramento causato dalla "alopecia androgenetica" che si manifesta nella seconda decade di vita, per poi stabilizzarsi nella terza. In questi casi è molto importante intervenire sia con farmaci topici, per promuovere la ricrescita dei capelli, che con farmaci sistemici, per correggere gli enzimi che sono alla base di queste manifestazioni, ad esempio con gli inibitori dell'enzima 5 alfa-reduttasi. Nelle donne, di norma si assiste a questa modificazione in età menopausale, in seguito alla carenza globale ormonale. E' quindi opportuno intervenire precocemente quando non si è ancora verificata la "fibrosi dei follicoli" del capilizio che è difficilmente reversibile.
Se spostiamo l'attenzione sugli occhi , circondati dalla cute sottile dell'epitelio palpebrale con ghiandole sebacee scarsamente rappresentate, possiamo notare le cosiddette rughe perioculari (comunemente chiamate "zampe di gallina") che compaiono di norma dopo i quarantanni ma anche in età più giovanile quando sono presenti i disturbi dell'apparato visivo oppure fenomeni di fotofobia non adeguatamente corretti.

In tal caso si rende necessario iniettare 1-2 unità internazionali di Tossina Botulinica per punto, agendo così sul diretto responsabile che è il muscolo orbicolare che circonda gli occhi come un anello. Invece la Ptosi della palpebra inferiore e superiore denominata "blefarocalasia" viene corretta con un intervento di chirurgia plastica denominato "blefaroplastica" eseguito in anestesia locale , i punti di sutura vengono occultati a livello della piega orbitaria per la palpebra superiore e transcongiuntivali a livello della palpebra inferiore. Nella zona mediana del viso si agisce sullo scivolamento verso il basso della guancia, rappresentato dalla bolla adiposa del "Bichet", utilizzando come sostegno iniezioni di acido ialuronico cross-linked oppure acido polilattico iniettato a livello dermico profondo (sempre in un unica seduta). A livello dermico superficiale si possono effettuare micro-iniezioni di acido ialuronico non cross-linked oppure fattori di crescita cellulare, vitamine, amminoacidi utilizzando la tecnica del picotage a micropunti.